UZBEKISTAN

L’Uzbekistan è come lo immagini: moschee abbaglianti, minareti finemente intagliati e città bloccate nel tempo, testimoni della sua storia di coraggio, di battaglie e di rinascita. Le sue architetture e la sua storia lungo la via della seta disegnano un luogo magico dove l’azzurro del cielo e delle cupole delle moschee fanno sognare tornando ai tempi di Marco Polo.

Sembra un paese lontano e poco conosciuto e relativamente battuto dai turisti, ma l’Uzbekistan è il più affascinante paese dell’asia centrale. Qui, tra grandi deserti, sono fiorite alcune delle civiltà più importanti della storia, regalando capolavori unici: le oasi-fortezze di Khiva e Bukhara e Samarcanda, la più importante città del mondo antico.

Con una storia e una cultura millenaria, essa si trova nel deserto di Kizil-Kum, tra i più estesi di tutta l’Asia, attraversato da oasi e distese di sabbia che sono state sia punto d’incontro che di scontro tra Oriente e Occidente, tra il mondo nomade delle steppe e i grandi Imperi.

La Via della Seta è un’idea, un sogno, una leggenda…però esiste, come ancora resistono alcuni baluardi di questo straordinario percorso

Le 3 M

Moschee, minareti e madrasse rappresentano l’architettura uzbeka: le antiche madrasse di Khiva, le moschee che circondano Piazza Registan a Samarcanda, Bukhara con il minareto Kalyan sono famose in tutto il mondo.

Gli odori e i sapori

I mercati pullulano di spezie e di odori indelebili. La gastronomia è una cosa da non perdere: il piatto tipico dell’Uzbekistan, il celebre “Piov” (riso pilaf orientale), è un vero piacere per il palato.

Il deserto

L’Uzbekistan è un Paese in cui solamente il 10% delle terre sono sfruttate dall’uomo: il resto è ricoperto dal Kizilkum, un deserto tra i più estesi dell’Asia. E’ famoso per la sua sabbia rossa che si increspa all’orizzonte. Il villaggio d’accesso è Yangi Kazgan, a nord del lago Aydarkul.

I colori dell’Oriente

I colori dell’Uzbekistan: il turchese di Kivha, il marrone di Bukhara, il blu di Samarcanda. Nella memoria restano un delirio di colori, di facce, di suggestioni, gli intarsi dei legni di gelso e olmo, le forme dei minareti, le maioliche delle moschee, i grandi e curati giardini che hanno pochi uguali in altri luoghi.

Un Paese sicuro

Si parla spesso della regione con molti stereotipi o, addirittura, per la paura di recarsi in questi luoghi. Eppure la sicurezza non manca e gli abitanti sono molto accoglienti. Tuttavia, è importante prendere le abituali precauzioni, come in qualsiasi altro Paese.

Una meta di tendenza

Ogni anno il numero di turisti in arrivo per scoprirne le bellezze aumenta e il Paese sta adeguando la propria offerta con nuove strutture alberghiere di ogni categoria, infrastrutture e servizi adeguati.

Samarcanda

Una città vivace che custodisce le sue tradizioni. Da vedere Registan, una piazza con tre storiche madrasse, e Gur-e-Amir, lo splendido mausoleo del conquistatore mongolo Timur e la linea di tombe a piastrelle blu e turchesi conosciute come Shah-i Zinda.

 

Khiva

È Patrimonio Mondiale Unesco con le sue 9 moschee, 5 minareti, 8 grandi monumenti. Una volta passate le mura, si entra in un museo a cielo aperto, con la città vecchia (Ichon-Qala) sviluppata in un dedalo di viuzze sterrate tra imponenti costruzioni e basse case di fango.

 

Bukhara

Bukhara è l’esempio meglio conservato di città medievale in tutta l’Asia centrale. Da non perdere il minareto di Kalyan, una fortezza conosciuta come l’Arca di Bukhara e la famosa tomba di Ismail Samani. La bellissima Moschea Poi Kalyan è anche una meraviglia architettonica, con le sue cupole azzurre.

Tashkent

La Capitale ospita circa 2,5 milioni di persone, una metropoli in rapido cambiamento ha molte strutture di nuova costruzione. Il cuore spirituale della capitale è Hast Imam Square, con la bellissima Moschea Hazrat Imam e i suoi due minareti alti 50 metri. Il vivace Chorsu Bazaar offre bancarelle di spezie, frutta e souvenir dai colori accesi.

Fergana

I viali alberati e gli edifici zaristi intonacati in colori pastello danno a Fergana (Farg’ona) la sensazione di una mini-Tashkent. Aggiungete ottimi servizi e alloggi, oltre a una posizione centrale, e avrete la base migliore da cui esplorare il resto della valle.

Kokand

È una bella città che nel XVIII e XIX secolo costituiva un khanato (regno) estremamente potente che si estendeva dalla valle fino a Tashkent. Ospita il Palazzo di Khudoyarkhan, l’ultimo khan di Kokand,e la moschea Dgami.

 

UZBEKISTAN CLASSICO DA MILANO

8 giorni – 7 notti
da 1.840 €
prezzo per persona in camera doppia
URGENCH – KHIVA – BUKHARA – SAMARCANDA – TASHKENT
PARTENZA GARANTITA
PARTENZA ESCLUSIVA, VOLO INCLUSO
IN ITALIANO

PROGRAMMA

1° Giorno – MILANO – URGENCH

Partenza con volo di linea HY256 da Milano Malpensa per Urgench alle 20.45. Cena e pernottamento a bordo.

Pernottamento: Pernottamento a bordo
Pasti: Cena a bordo

2° Giorno – URGENCH – KHIVA (circa 30 Km)

Pensione completa. Arrivo a Urgench alle 05.25, incontro con la guida e trasferimento in hotel, breve tempo a disposizione. Al termine, inizio delle visite di Khiva a soli 30 km da Urgench, la più intatta e remota città della Via della Seta in Asia Centrale con il complesso di Ichan Kala, fortezza con molti minareti circondati da cupole e edifici che testimoniano la ricca tradizione architettonica orientale, la Madrassa di Amin Khan, risalente alla seconda metà del 1800 e considerata una delle più grandi scuole coraniche, capace di ospitare fino a 250 studenti, la bellissima Moschea Juma (del Venerdì) con le sue 218 colonne di legno e il Bazar; visita della Fortezza Vecchia “Kunya Ark”, in cui il sultano aveva il proprio harem, le prigioni, le stalle, l’arsenale e la moschea. Tra gli altri monumenti d’interesse il Mausoleo Pakhlavan Mahmud, poeta, filosofo e lottatore leggendario, patrono della città, uno dei luoghi più belli della città per il suo cortile e le colorate piastrelle di ceramica, la bellissima Madrassa Islam Kohja del 1908 e il palazzo Tosh-Howvli (casa di pietra) impreziosito da sfarzose decorazioni interne in ceramica, pietra e legno intagliati, residenza costruita da Allah Kuli Khan tra il 1832 e il 1841 come alternativa a Kunya Ark.

Pernottamento: Khiva – Asia Khiva o similare
Pasti: Prima colazione in Hotel, pranzo e cena in Ristorante o Hotel

3° Giorno – KHIVA – URGENCH – BUKHARA (VOLO)

Pensione completa. Al mattino trasferimento in aeroporto e partenza per Bukhara con volo di linea Uzbekistan Airways HY052 delle 09.35. Arrivo a Bukhara, sistemazione in hotel e passeggiata nel centro storico per un primo approccio con la città, vera oasi nel deserto del Kizylkum, che fu nei secoli IX e X la capitale dell’impero samanide e il principale centro commerciale della Via della Seta. Il suo mercato è ancora oggi una delle attrattive cittadine.

 

NOTA BENE: il Volo è riconfermabile sotto data da HY. Nel caso non fosse possibile, percorso di 07/08 ore lungo lo stepposo deserto delle sabbie rosse di Kyzylkum e arrivo a Bukhara di sera in tempo per il riposo.

Pernottamento: Bukhara – Asia Bukhara o similare
Pasti: Prima colazione in Hotel, pranzo e cena in Ristorante o Hotel

4° Giorno – BUKHARA

Pensione completa. (nel caso il giorno 03 non fosse riconfermato il Volo interno, le visite previste a Bukhara saranno effettuate questo giorno). Visita della città dal complesso Kalyan con il suo bellissimo minareto, intatto da 880 anni, il Magok I –Atori, ex monastero buddista divenuto moschea che introduce al complesso Lyabi-Hauz, bella piazza attorno a una grande piscina, cuore e centro catalizzatore della città. Qui ogni giorno ci si incontra, si discute, si gioca al “nardi”, diffusissima variante locale del backgammon. Visita della fortezza di Ark, l’antica cittadella reale, nei pressi della Moschea Bolo Hauz; sosta al prezioso mausoleo di Ismail Samani del 905, uno dei monumenti più raffinati del paese, luogo di riposo del fondatore della dinastia Samanide, ultima dinastia persiana a regnare in Asia Centrale.

Pernottamento: Bukhara – Asia Bukhara o similare
Pasti: Prima colazione in Hotel, pranzo e cena in Ristorante o Hotel

5° Giorno – BUKHARA – SHAKRISABZ – SAMARCANDA (circa 270 + 130 Km)

Pensione completa. Partenza per Samarcanda via Shakrisabz, città natale di Tamerlano, leggendario fondatore della dinastia che regnò in Asia Centrale e nella Persia orientale dal 1370 al 1507. Visita della residenza estiva di Tamerlano Ak Sarai della quale sfortunatamente sono rimaste solo tracce delle due torri di 65 metri composte di mosaici in ceramica blu, bianca e oro, la moschea blu Kok Gumbaz fatta costruire da Ulugbek, nipote di Tamerlano, la moschea del venerdì, la Casa della Meditazione (o “della lettura”) Dorut Tilyavat e la Cripta di Tamerlano scoperta nel 1963. Il centro storico di Shakrizabz è incluso nella lista dei siti patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO. Prosecuzione del viaggio verso Samarcanda attraverso uno scenario di campi e colline, vigneti e rigogliosi paesaggi.

Pernottamento: Samarcanda – Grand Samarkand o similare
Pasti: Prima colazione in Hotel, pranzo e cena in Ristorante o Hotel

6° Giorno – SAMARCANDA

Pensione completa. Samarcanda la città più antica e conosciuta dell’Asia Centrale. Le visite iniziano con il Mausoleo di Guri Emir che ospita la tomba di Tamerlano le cui spoglie sono qui custodite assieme a quelle di tutta la famiglia, occupa un posto fondamentale nella storia dell’architettura islamica come edificio precursore e modello per le posteriori grandi tombe dell’architettura Moghul in india tra cui il noto Taj Mahal di Agra. Proseguimento con la bellissima Piazza Registan, il cui nome significa letteralmente “luogo di sabbia” o “deserto” in Persiano, famoso sito che rappresentava un tempo la piazza pubblica più importante dell’antica città di Samarcanda, in Uzbekistan. Infatti era in questo luogo che le persone si riunivano per ascoltare i proclami reali, annunciati da squilli di enormi tubi in rame chiamati dzharchis e per assistere alle esecuzioni pubbliche. La sua peculiarità è data dalla presenza di tre madrase, ovvero scuole dedite all’insegnamento dell’Islam, dalla distintiva e tipica architettura. La più antica delle tre è la madrasah Ulugh Beg,costruita tra il 1417 e il 1422, dal sovrano e matematico Ulugh Beg, durante l’impero timuride, ovvero quello fondato dal condottiero turco-mongolo Tamerlano, che conquistò gran parte dell’Asia centrale e del Medio Oriente, a partire dal 1370. A seguire sorgono la madrasa Cher-Dor e la madrasa Tilya-Kori, costruite nel XVII secolo per ordine del governatore di Samarcanda, Yalangtush Bakhodur, in onore delle sue due sorelle. Sosta al colorato e brulicante mercato Siab ad essa attiguo.

Pernottamento: Samarcanda – Grand Samarkand o similare
Pasti: Prima colazione in Hotel, pranzo e cena in Ristorante o Hotel

7° Giorno – SAMARCANDA – TASHKENT (TRENO VELOCE)

Pensione completa. Visita al centro di manifattura della carta: prodotta sin dall’antichità dal gelso, la carta di Samarcanda era famosissima in Asia per qualità e durata e dell’Osservatorio di Ulugbek , regnante ed astronomo, nipote di Tamerlano. Recentemente restaurato, l’osservatorio è considerato uno dei più antichi del mondo islamico e custodisce tra gli strumenti anche un immenso astrolabio alto più di 30 metri. Nel pomeriggio partenza in treno o in pullman per Tashkent. Arrivo e sistemazione in hotel.

 

NOTA BENE: Treno soggetto a riconferma da parte della Compagnia locale solo sotto data, in caso di mancata disponibilità il collegamento verrà effettuato in Pullman.

Pernottamento: Tashkent – Wyndham Tashkent o similare
Pasti: Prima colazione in Hotel, pranzo e cena in Ristorante o Hotel

8° Giorno – TASHKENT – MILANO

Prima colazione in hotel, pranzo in ristorante locale. “Fortezza di pietra” è il significato di Tashkent, la moderna capitale che con i suoi due milioni di abitanti è la più grande dell’Asia Centrale, situata in una vasta pianura ai piedi dei monti Chatkal. Tashkent è una capitale tranquilla e ariosa che al di là della sovietizzazione che ne ha caratterizzato aspetto e struttura, conserva ancora piazze e giardini, viali alberati oltre i quali si stagliano suggestioni architettoniche e monumenti moderni. Panoramica della città vecchia con la Madrassa Barkhan nella Piazza Khast Imam che con le sue moschee rappresenta il cuore religioso della città, il Bazar Chorsu e della città nuova con la Piazza dell’Indipendenza, del Teatro Alisher Navoi e di Tamerlano. Al termine visita ad alcune stazioni della metropolitana, la settima ad essere aperta in Unione Sovietica nel 1977. In tempo utile trasferimento in aeroporto e rientro in Italia con volo di linea HY255 alle 15.05 per Milano Malpensa.

Pasti: Prima colazione in hotel, pranzo in Ristorante o Hotel

La quota include:

  • Volo Uzbekistan Airways da e per Milano in classe economy
  • 6 pernottamenti in camera doppia
  • Trattamento di pensione completa (dalla colazione del secondo giorno al pranzo dell’ultimo giorno, 6 cene e 7 pranzi)
  • Tasse Aeroportuali € 170 (soggette ad adeguamento fino al giorno dell’emissione biglietti)
  • Pullman privato durante le visite
  • Ingressi come da Programma
  • Guida parlante italiano in loco
  • Volo nazionale Urgench/Bukhara (soggetto a riconferma da parte di HY solo sotto data)
  • Treno Afrosiab ad alta velocità nella tratta Samarcanda/Tashkent in economy class (soggetto a riconferma da parte della Compagnia solo sotto data)
  • Assicurazione Medico/Bagaglio (massimali e condizioni)
La quota non include:

  • Tutto quanto non indicato nella “quota comprende”
  • Eventuale adeguamento Tasse fino al momento dell’emissione biglietti
  • Visto Uzbeko (Dal 1 febbraio 2019 è entrato in vigore per i cittadini di 45 Paesi, tra cui l’Italia, l’esenzione dal visto di ingresso. Passaporto: necessario, con validità residua di non meno di tre mesi alla data di ingresso nel Paese. In ogni caso si consiglia sempre di informarsi preventivamente presso l’Ambasciata o i Consolati del Paese presente in Italia e/o presso il proprio Agente di viaggio.)
  • Tasse per foto/video
  • Facchinaggio
  • Mance, bevande, spese personali

Penali di Cancellazione

Da 75 a 47 giorni prima del checkin: 25%  (fino alle ore 18:00)
Da 46 a 33 giorni prima del checkin: 45%  (fino alle ore 18:00)
Da 32 a 16 giorni prima del checkin: 60%  (fino alle ore 18:00)
Da 15 a 0 giorni prima del checkin: 100%

Punto d’incontro per l’inizio del tour: in Aeroporto il giorno di arrivo

Nota:

INFORMAZIONI IMPORTANTI

Partenza Esclusiva WHL/Albatravel confermabile con minimo 10 persone. Nel caso non si raggiungesse il numero minimo i clienti svolgeranno l’itinerario previsto dalle nostre partenze garantite. Tale informazione verrà comunicata entro 21 giorni prima dalla partenza

VOLI
Volo intercontinentale:
MXP/UGC HY256 20.45/05.25+01
TAS/MXP HY255 15.05/19.15

Volo interno (soggetto a riconferma da parte di HY solo sotto data):
HY052 UGC/BHK 09.35/10.30

CAMERE
Tutte le camere triple saranno composte da una camera doppia + lettino aggiunto sia per adulto che per child. All’atto della conferma vi preghiamo di specificare anche se camera matrimoniale o doppia,cosi da procedere, dove possibile, con quanto richiesto dai clienti.

TRENO
Al momento della conferma necessario comunicare i dati del Passaporto per la prenotazione del Treno veloce Afrosiab per la tratta Samarcanda/Tashkent.
La vendita è aperta da 45 giorni prima della partenza

ITINERARIO
Nel caso il volo interno Urgench/Bukhara o la tratta in Treno Samarcanda/Tashkent non fossero riconfermabili, i trasferimenti saranno effettuati in Pullman con guida parlante italiano. Nel caso del Volo non riconfermato tutte le visite previste a Bukhara il 3° giorno saranno effettuate il 4° giorno.

MANCE
È pratica comune e molto apprezzata lasciare la mancia alla guida e agli autisti che vi accompagnano durante il tour e allo staff di alberghi e ristoranti (facchini e camerieri). Si suggerisce un importo di 30 euro per persona nei tour di 8 giorni.

TRASPORTI E ALBERGHI
I mezzi di trasporto sono un po’ obsoleti ed è richiesta una certa adattabilità. Il paese ha ancora mezzi e strutture alberghiere piuttosto modesti.